Giornata Mondiale dei Sogni

La forza dei sogni

Il 25 settembre si celebra la Giornata Mondiale dei Sogni.  

Cosa c’è di più bello che fare un bel sogno, non solo durante le ore notturne, quando al risveglio ci sforziamo di ricordare scene e dialoghi, a volte assurdi, assolutamente improbabili, ma anche durante la veglia! Sognare di realizzare un progetto, di creare una famiglia, di ottenere un avanzamento di carriera, di sbalordire in qualche modo gli amici, di incrociare uno sguardo gratificante, di migliorare sé stessi e gli altri.

In questi giorni tanti sognano di conquistare un seggio in Parlamento. Pochi ci riusciranno, gli altri resteranno delusi o si consoleranno pensando che almeno ci hanno tentato.

Ma sognare è sempre bello!

La gratitudine

Grazie!

Il 21 settembre è una giornata molto importante perché si celebrano:

la Giornata internazionale della pace;

la Giornata zero emissioni;

la Giornata mondiale della gratitudine

la Giornata mondiale dell’Alzheimer.

Voglio soffermarmi solo sulla terza: “Giornata mondiale della gratitudine”

Cos’è la gratitudine? È riconoscere di aver ricevuto un beneficio, un favore, un servizio, che si esprime con il ringraziamento e la disponibilità a ricambiarlo.

Non è difficile dire “grazie”, ma tanti non lo fanno. Eppure è un’abitudine da insegnare ai bambini sin da piccoli, come qualsiasi altra buona regola di educazione: salutare, sorridere, essere sinceri, fare il proprio dovere.

La gratitudine, sia per chi la esprime e sia per chi la riceve, assume valore di sentimento positivo che rinsalda i rapporti con gli altri e ci fa stare bene, fa crescere la fiducia nel prossimo.

Grazie a tutti.

Festa dei nonni

fiabe per bimbi e genitori

Domenica 2 ottobre sarà la festa dei nonni. E loro? Come risponderanno ai nipotini? Suggerisco di regalare FIABELLE, un bel libro di fiabe riccamente illustrato, con copertina morbida, composto da dodici nuove storie, 76 pagine, da me scritte per i piccoli ed i genitori. (Una delle fiabe è stata premiata a Lucca in un concorso letterario).

Lo potete ordinare sul sito youcanprint.it https://www.youcanprint.it/fiabelle/b/a4eb6c49-b3ad-56d1-8f01-b0350295de15 , oppure su Amazon o altri stores online.

Romantico e “caro” caminetto

caminetto

Parliamo di caminetti a legna.

Tra poco inizieranno le stagioni fredde, avremo la sorpresa di un prezzo del gas metano molto più alto del passato, avremo restrizioni sui periodi di riscaldamento consentiti, sui gradi di calore massimi, ecc, per cui chi ha la possibilità di utilizzare il caminetto, a legna o pellets, cercherà di limitare l’uso delle caldaie a gas  integrandole con la legna. Ma bruciare i tronchetti è inquinante, a meno che i caminetti non siano quelli di ultima generazione, che ovviamente hanno un costo elevato, per cui chi possiede il vecchio impianto tradizionale sarà costretto ad usarlo solo come elemento decorativo.

 Il paradosso è che, a livello nazionale, si parla di riapertura delle centrali elettriche a carbone, con tutto il consistente inquinamento che ne deriverebbe, ma non si fa nulla per agevolare l’uso del caminetto domestico già posseduto, che avrebbe un impatto ambientale minimo. E che dire dei tanti camion, bus e vecchi veicoli, che circolano tranquillamente per le nostre strade rendendo l’aria irrespirabile? Dovremmo vietarli tutti!

La regione Lombardia prevede addirittura multe di € 5000 per i contravventori, così come altre regioni del nord che hanno imposto divieti simili.  Spero che il buonsenso prevalga e che, specie in questo momento, la materia venga rivista e venga concessa qualche deroga, per esempio la possibilità di utilizzare il camino solo nei mesi più freddi e nelle ore con minore soleggiamento.

Luce sinistra in hospice – recensione

copertina

Mi è giunta una gradita recensione: eccola

Luce sinistra in hospice, Francesco Grano, Giovane Holden. A Santa Marta il decesso, nel reparto hospice dell’ospedale locale, di un’anziana donna, malata terminale, viene subito catalogato come morte naturale: tuttavia una onlus che, improvvisamente, vede sfumare un grosso lascito testamentario a suo favore, presenta una denuncia e induce i carabinieri ad aprire un fascicolo di morte sospetta. E… Ricco di livelli di lettura, chiavi d’interpretazione, spunti di riflessione, brillante, coinvolgente e ad altissima tensione.

“Luce sinistra in hospice”

Ho appena ricevuto una autorevole e bella recensione, eccola:

CONVENZIONALILASCIA UN COMMENTO

di Gabriele Ottaviani

Luce sinistra in hospice, Francesco Grano, Giovane Holden. A Santa Marta il decesso, nel reparto hospice dell’ospedale locale, di un’anziana donna, malata terminale, viene subito catalogato come morte naturale: tuttavia una onlus che, improvvisamente, vede sfumare un grosso lascito testamentario a suo favore, presenta una denuncia e induce i carabinieri ad aprire un fascicolo di morte sospetta. E… Ricco di livelli di lettura, chiavi d’interpretazione, spunti di riflessione, brillante, coinvolgente e ad altissima tensione.

Convenzionali

di Gabriele Ottaviani

Luce sinistra in hospice, Francesco Grano, Giovane Holden. A Santa Marta il decesso, nel reparto hospice dell’ospedale locale, di un’anziana donna, malata terminale, viene subito catalogato come morte naturale: tuttavia una onlus che, improvvisamente, vede sfumare un grosso lascito testamentario a suo favore, presenta una denuncia e induce i carabinieri ad aprire un fascicolo di morte sospetta. E… Ricco di livelli di lettura, chiavi d’interpretazione, spunti di riflessione, brillante, coinvolgente e ad altissima tensione.

View original post

Giuditta – una ragazza casual

Romanzo fantasy rosa che ho pubblicato l’anno scorso. Oggi voglio parlarvi della protagonista. Ma chi è Giuditta? È una ragazza di 28 anni, diplomata scenografa che vive a Novara con i genitori. In attesa di trovare un posto di lavoro adeguato agli studi compiuti, lavora come consulente immobiliare in un’agenzia della sua città. Ma un giorno un’amica la mette in contatto con il responsabile pubbliche relazioni di un noto hotel sul lago, dove si organizzano convegni medici, economici, industriali, che le offre di lavorare nei fine settimana presso di loro come hostess, segretaria e interprete. Lei accetta e inizia a vivere una esperienza ricca di emozioni ma anche di insidie pericolose. È caduta nella trappola dell’ingenuità, del facile guadagno, delle luci della notorietà. Riuscirà a trovare una via d’uscita, come la Giuditta biblica?

Il libro è reperibile sul sito www.youcanprint.it, oppure Amazon o altri stores online. Chi desidera un esemplare con il firmacopia mi contatti in privato e glielo farò avere senza spese aggiunte.

Mattino di settembre

Autunno

Per il mese di settembre ho scelto di pubblicare una poesia di Diego Valeri (1887-1976)

MATTINO DI SETTEMBRE

Quel dì eravamo soli nel bosco,
Io e tu, mia cara figlia,
e andavamo tra chiaro e fosco,
pieno il cuore di meraviglia.

Scoprivi sotto le foglie i lamponi
rosa, le fragole rosse e verdi,
ti trascinavi su l’erba carponi,
lanciando dei piccoli gridi acerbi.

Io contemplavo ai miei piedi un fiore
giallo smagliante, una pigna bruna;
pensavo senza rimpianto o dolore
alla mia povera fortuna.

Poi, rilevati gli occhi, scorgevo
tra i pini radi le cime lontane,
aeree cose di cielo nel cielo,
dolci come le speranze vane.

Poi pensavo che bisogna morire,
e trasalivo d’improvviso ai tuoi strilli;
vedevo la tua testa bionda apparire
da dietro una macchia di mirtilli…

Era un mattino di settembre, in un bosco.
O forse è stato un sogno anche quello…
E s’era vero, anch’esso ora è morto.
Ma se fu un sogno, fu un sogno pur bello.

Diego VALERI

VOTO per corrispondenza – aggiornamento

Ringrazio tutti quelli che hanno già firmato la petizione. L’argomento è sempre più interessante per i seguenti motivi:

  1. L’introduzione del voto per corrispondenza consente un notevole risparmio di energie. Il cittadino può esercitare il diritto di voto standosene a casa, senza recarsi obbligatoriamente presso il seggio elettorale. Ne consegue un minore lavoro amministrativo per gli addetti ai singoli seggi, un minore consumo di energie (luce, gas, ecc).
  2. Il sistema permette ai cittadini che non hanno la possibilità di votare con il sistema tradizionale di esprimere ugualmente la propria volontà, facendo così recuperare una fetta consistente di voti che altrimenti andrebbe persa;
  3. L’attuale contesto sanitario ci induce alla massima prudenza nei contatti sociali. L’innovazione che propongo permette di evitare pericolosi assembramenti a tutela della salute pubblica.
  4. La procedura è già nota a diversi paesi ad elevata cultura (Svizzera, Francia, Germania ed USA, per esempio) ampiamente sperimentata ed efficiente, per cui possiamo usufruire dell’esperienza positiva di chi ci ha preceduto.

Per questi motivi continuo a proporre la condivisione della petizione che ho lanciato: Se sei d’accordo FIRMA e CONDIVIDI anche TU! Grazie. Clicca sul link:

https://chng.it/PWFT6jSM