La scoperta dell’America

La Nina, la Pinta e la S. Maria

Ricorrenza di domani: la scoperta dell’America avvenuta il 12 ottobre del 1492.

Dobbiamo essere grati al nostro connazionale Cristoforo Colombo per averci dato 530 anni fa l’opportunità di conoscere l’esistenza di un nuovo mondo, di aver allargato l’orizzonte sino a terre e mari mai visti primi, di conoscere civiltà di antica data, popoli simili ai nostri con sentimenti uguali ai nostri. Dobbiamo essergli grati per la sua intraprendenza e caparbietà nell’inseguire un progetto mai immaginato prima e ringraziare anche chi all’epoca credette in lui e finanziò la sua spedizione.

Non avendo l’intenzione di esaminare tutti gli aspetti della scoperta, mi limito qui ad osservare che nel campo alimentare, molte delle nostre abitudini ormai consolidate, derivano dall’importazione in Europa di tanti prodotti ed animali mai visti prima.

Patata, pomodoro, mais, cacao, fagiolo rosso, peperone, peperoncino, zucca, ananas, arachidi, fichi d’India, uva a fragola, papaya, noce di cocco;

tacchino, visone americano, cincillà, alpaca, lama, vigogna.

Proviamo ad immaginare come sarebbe la nostra dieta mediterranea senza il pomodoro, e senza il cioccolato, e senza le noccioline americane, e il peperoncino, e soprattutto senza le patate.  Decisamente la nostra tavola sarebbe più monotona.

Anche se è facile pensare che se non fosse stato Colombo ad esplorare la rotta a ovest, prima o poi ci sarebbe riuscito qualcun altro, sempre allo scopo di accorciare le distanze con l’oriente, che all’epoca imponeva alle navi il periplo dell’Africa prima di raggiungere, dopo mesi e mesi di navigazione, le Indie, resta il fatto che Europa ed Americhe da allora hanno tratto notevole beneficio dall’interscambio culturale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.